Blog

Il maiale: conoscere

Il Maiale e il Cinghiale sono parenti e i tipici rappresentanti della famiglia dei Suidi. Il Maiale è un animale buffo e simpatico che vive in particolar modo in fattorie o allevamenti. Mammifero tranquillo e socievole, i suoi passatempi preferiti sono strofinarsi contro gli alberi e mangiare.

Quando sono in gruppo i maiali possono diventare davvero rumorosi. Trascorre gran parte del loro tempo mangiando, bevendo e dormendo. Mangiano di tutto: patate, barbabietole, mais, farina, siero del latte. Sono ghiotti anche di carote e ghiande e bevono almeno 10 litri d’acqua al giorno. Gli arti sono relativamente corti rispetto al corpo. La zampa del maiale ha quattro dita, tuttavia cammina solo sulle due dita anteriori. La coda attorcigliata è segno di buona salute. Il maiale domestico deriva dal cinghiale dell’Europa (Sus scrofa scrofa) e da quello dell’Asia (Sus scrofa vittatus) che furono addomesticati dapprima in Asia poi in Europa e in tempi recenti sono stati anche incrociati fra loro. Esistono molte razze di maiale selezionate dall’uomo. Fra le più pregiate ci sono le inglesi (Yorkshire, Hampshire), le francesi (Limosina) e le tedesche. In Italia sono diffuse le razze bolognesi e napoletane. In Cina vivono moltissimi maiali, pensate, quasi un terzo della produzione mondiale. Il maiale cinese è nero, rugoso, calmo e docile.

Il Maiale ha corpo tozzo con un abbondante pannicolo adiposo. La testa è grande con grosso grugno che è spesso umido e serve a frugare nel terreno alla ricerca di cibo. Quando ha caldo maiale si rotola nel fango per rinfrescarsi. I suoi occhi sono piccoli e vedono male, ma il suo udito e il suo olfatto sono molto fini. Lo spesso strato di grasso serve anche a proteggersi dal veleno dei serpenti. Il maiale ha peli grossi e piuttosto ispidi: le setole. La scrofa è la femmina del maiale. Dopo una gestazione di tre mesi, tre settimane e tre giorni, può partorire da 8 a 15 porcellini, per due volte l’anno. La scrofa può allattare anche dodici maialini allo stesso tempo. Se sono di più il contadino li nutre con il biberon. Quando è l’ora della poppata la mamma chiama i piccoli con le sue grida e i porcellini cominciano a farsi avanti (uno spettacolo imperdibile). Ciascuno succhia un capezzolo, sempre lo stesso. I più furbi scelgono quelli che danno più latte, così crescono più in fretta.

Curiosità: Molti pensano che questi animali, chiamati anche porci, amino solo rotolarsi nel fango e nella sporcizia. In realtà ai maiali piace stare al pulito e all’asciutto. Quando hanno la possibilità di scorrazzare all’aria aperta su un bel prato verde, si trovano a loro agio e non hanno bisogno del fango.

fattoriedidattiche.biz

 

Top

Lascia un Commento

Top